Natural beauty – Riscopri la vera bellezza che è in te

Natural beauty – Riscopri la vera bellezza che è in te progetto fotografico a cura di Monica Monimix Antonelli
“Natural beauty – Riscopri la vera bellezza che è in te” (C)Monica Monimix Antonelli

“Natural beauty – Riscopri la vera bellezza che è in te”: é una nuova serie fotografica per andare a riscoprire la vera bellezza nascosta in ognuna di noi per sentirci di nuovo padrone della nostra bellezza unica, individuale, non omologata secondo finti canoni estetici imposti dai social network.

Riscoprire se stesse attraverso semplici ritratti puliti dove a farla da padrone è la persona ritratta. Un’immagine priva di trucco, per come la persona arriva in studio, un ritratto con un trucco leggerissimo, e una terza immagine in cui una truccatrice professionista interpreta la persona con un trucco studiato su di lei.

Come cambia la persona nelle tre immagini? Qual è il pensiero riguardo la bellezza naturale, oggi? Questi e altri sono gli interrogativi dietro “Natural beauty – Riscopri la vera bellezza che è in te”

Se leggi il mio blog da un po’, avrai sicuramente notato quanto per me la ricerca della bellezza naturale e autentica sia un tema importante. Ho già scritto alcuni articoli a riguardo, in particolare ti segnalo questo e questo.

Perché è così importante questa ricerca? Perché credo che al giorno d’oggi ci sia uno scollamento tra reale e virtuale.

 “Nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”

Pirandello

Quello che l’abuso dei Social ha creato è un mondo parallelo, in cui interpretare un personaggio di fantasia. E se si limitasse a questo non ci sarebbe alcun problema. Penso però a ciò che questo porta.

Non tutte le ragazze riescono a gestire il confronto costante. Tendono a pensare che si debba assomigliare ai riferimenti sui social. E ciò mette in moto condizionamenti psicologici con conseguenze delicate e a volte drammatiche.

Leggi tutto “Natural beauty – Riscopri la vera bellezza che è in te”

Essere te stessa. Il primo passo per amarti

Essere te stessa. Il primo passo per amarti. Immagine di una donna felice, con un cielo azzurro sopra di lei
(C)Monica Monimix Antonelli

Essere te stessa. Il primo passo per amarti. Questo articolo è dedicato a te, che non ti piaci mai, perché ti paragoni alle altre. Sai cosa ho capito facendo la fotografa? Incontrando tante donne, ho capito che tutte noi abbiamo i nostri difetti, ma quelle che hanno imparato ad accettarli, a valorizzare i propri lati di forza e ad investire su loro stesse e la loro personalità, sono donne vere, autentiche, di conseguenza bellissime.

Non sono bellissime perché hanno la taglia giusta, il capello perfetto, le gambe lunghe, e via dicendo. Sono bellissime perché hanno preso consapevolezza di loro stesse. Hanno imparato ad essere loro stesse. Ad amarsi come sono. E tutto questo fa sì che abbiano una sicurezza che le fa splendere veramente.

Al giorno d’oggi non si fa altro che parlare di bellezza femminile, cos’è, come dovrebbe essere. Quali sono i canoni estetici a cui fare riferimento, come prendersi cura di sé, qual è lo sport da fare, la crema antirughe da usare… Uff, che barba che noia!

A te che leggi, vorrei porre qualche domanda. Sì lo so, che se stai leggendo un blog è perché magari sei in cerca di risposte e non di altre domande, ma seguimi un attimo.

Perché noi donne dobbiamo convivere per tutta la nostra vita con questi discorsi legati alla bellezza?
Come mai il nostro aspetto estetico deve avere la priorità su qualunque altra cosa?

Una donna per essere accettata dalla società deve essere in forma, con la messa in piega perfetta, col trucco perfetto e con l’abito giusto per ogni occasione. Perché?

Una donna che passa la sua vita a studiare e a far ricerca, perché automaticamente si finisce a collegare il tutto al fatto che sia bruttina? O al contrario, ci si stupisce se oltre che intelligente è anche “bella”? E ancora una volta ci si limita a questo aspetto perdendo di vista tutto il resto?

Cosa deve fare una donna per essere libera di essere se stessa, senza seguire canoni imposti dalla società, senza sentirsi giudicata?

Perché non si valutano altri elementi nelle donne? La società richiede alle donne di essere belle, non che abbiano una cultura, che siano indipendenti, o che abbiano successo. E’ sempre lo stesso stereotipo che si ripete da sempre.

Tutte queste, (e molte altre), domande, non fanno altro che accumularsi dentro la mia testa. Non riesco a capire perché siamo ancora a questo punto. Siamo ancora in una società così fortemente maschilista da esser schiave dei loro ragionamenti puerili?

Leggi tutto “Essere te stessa. Il primo passo per amarti”

La bellezza naturale

Cos’è la bellezza naturale? Alle porte del 2020 ha senso parlare di bellezza naturale e di bellezza interiore? Alcune riflessioni sui nuovi canoni estetici, sull’abuso dei filtri di Instagram e sulla voglia di tornare ad occuparsi di bellezza reale e consapevolezza di sé.

Natural Beauty by Monica Monimix Antonelli
Natural Beauty by Monica Monimix Antonelli

Un tema che mi ha sempre affascinata, incuriosita ed interessata, è quello della bellezza naturale.

In una società in cui i filtri di Instagram dilagano, facendoci pensare che tutte le donne siano veramente così perfette come le vediamo su tale social network, sento sempre più l’esigenza di andare a riscoprire quella bellezza reale, naturale, pulita, insita in ognuna di noi, ma che troppo spesso viene relegata in secondo piano sotto strati di make up. 

Facendo la fotografa, mi è capitato, incontrando per lavoro alcune ragazze, che sui social fanno ampio uso di filtri, io abbia notato uno scollamento tra vita reale e vita virtuale, al punto da far quasi fatica a riconoscere in quelle ragazze, le stesse viste sul social.

Mi chiedo cosa le porti a stravolgere così tanto la loro immagine. Può essere insicurezza e quindi il prendere a modello uno standard estetico, le fa sentire parte della società e quindi accettate?

Il distaccamento tra reale e irreale come verrà vissuto da queste ragazze? Se le incontro e vedo che sono ben diverse dall’immagine che promuovono sui social, cosa pensano che io possa pensare?

Non è imbarazzante da parte loro? Faccio parte di un’altra generazione sia per età che per mentalità e mi incuriosisce molto capire.

Credo che nei prossimi mesi questo sarà un tema su cui porrò molto la mia attenzione per capire come cambia la percezione che ciascuno di noi ha di se stesso, in rapporto a questi nuovi canoni estetici (finti).

È riduttivo pensare che si tratti solo del concetto di bellezza che cambia col mutare della generazione e della società. Credo che abbia radici profonde con la percezione di noi stessi all’interno di un contesto sociale stravolto dai cambiamenti repentini degli ultimi anni e come tale va studiato e indagato.

Ben prima di Instagram, ricordo che capitava di incontrare modelle che avevano nel book immagini totalmente falsificate. In quei casi era l’abuso che i fotografi di allora facevano di Photoshop (e qualcuno di essi lo fa tutt’ora). Si vedevano nasi non proprio perfetti, diventare dritti o alla francese, pelli spianate effetto bambole di porcellana, senza pori, gambe chilometriche date dall’uso spinto del grandangolare. Poi ti ritrovavi davanti queste ragazze e a stento le riconoscevi.

Cambiare la forma di un naso, cambia totalmente la fisionomia di un volto. Così come “allungare” le gambe e poi ritrovarsi una ragazza che a fatica raggiunge il 1.60m. Fare queste modifiche estreme è completamente inutile perché nel momento in cui ti ritrovi davanti la persona, convinta di realizzare con lei alcune immagini, scopri che non è la modella adatta, creando quella situazione fastidiosa di doverla scartare.

Già ai tempi, ricordo, che alcune di queste ragazze, non si rendevano quasi conto di non essere le stesse persone che risultavano nelle foto. Perché magari c’erano stati parecchi interventi con Photoshop da parte del fotografo che le aveva ritratte. Si convincevano di essere così, se tu non lo vedevi, eri tu a non essere in grado di renderle altrettanto belle.

Al giorno d’oggi, le ragazze che sono abituate a modificarsi da sole tramite i filtri, non si riconoscono più nelle immagini realizzate da un fotografo.

Perché andranno a ricercare quell’immagine finta a cui ormai si sono abituate e che poco ha a che spartire con la realtà.

Se mi chiedi un ritratto, io ti ritrarrò come ti vedo. Non come tu pensi di essere perché sei ormai convinta che l’immagine falsata dai filtri, sia quella reale.

Leggi tutto “La bellezza naturale”