Donne di Crema: leggi il ritratto di Sole

Scorrono le settimane e il progetto “Donne di Crema” prosegue e mi porta al diciottesimo ritratto, quello realizzato a Sole.

L’incontro

E’ un tardo pomeriggio di fine luglio, quando decidiamo di incontrarci con Sole, in campagna, in una delle giornate più calde di questa torrida estate cremasca. Non ci lasciamo scoraggiare e ci vediamo in un posto molto amato dai cremaschi, oltre che un luogo molto caro a Sole, i fontanili.

Il ritratto di Sole per il progetto "Donne di Crema" - (C) Monica Monimix Antonelli
Il ritratto di Sole per il progetto “Donne di Crema” – (C) Monica Monimix Antonelli

Il giorno del ritratto di Sole

Arrivo con leggero anticipo all’incontro e ne approfitto per cercare il luogo migliore dove poterci sedere per la nostra chiacchierata e per realizzare il ritratto di Sole. Il luogo è preso d’assalto dai cremaschi in cerca di un po’ di refrigerio dalla calura.

Individuo un angolino perfetto sia per la chiacchierata che per le foto e attendo l’arrivo di Sole. Poco dopo, la vedo arrivare in un bellissimo abito bianco che fa risaltare ancora di più la sua pelle abbronzata. Appena mi vede mi saluta con un sorriso aperto e sincero.

Leggi tutto “Donne di Crema: leggi il ritratto di Sole”

Come si sentono le persone davanti ad una macchina fotografica?

Tempo fa ho creato un sondaggio tramite SurveyMonkey per avere un bacino interessante di risposte riguardo a cosa le persone pensino della fotografia di ritratto e in particolare a come si sentono davanti ad una macchina fotografica.

Ho raccolto le testimonianze di 92 persone e devo dire che le risposte ricevute sono molto interessanti.

Sicuramente ho avuto conferma che molte persone davanti ad una macchina fotografica si sentono a disagio, non si piacciono, e guardando una loro fotografia notano quei dettagli che non amano di loro stessi. Sono risposte utili per capire come poter aiutare sempre di più le persone che posano davanti al mio obiettivo.

1. Domanda: “Ti piace farti fotografare?”

  • Il 34,78% degli intervistati risponde che non gli piace esser fotografato per come viene in foto
  • il 15,22% dice che lo fa sentire a disagio.
  • Al 33,70% piace farsi fotografare ma solo se viene preso alla sprovvista.
  • All’11,96% piace mettersi in posa

Ho lasciato la possibilità di rispondere Altro con la propria opinione e questi i risultati:

Il 4,35% ha risposto Altro:

  • Sì anche se poi non mi piace il risultato, non mi reputo fotogenica
  • Sì mi piace ma non sempre le foto mi soddisfano
  • Essendo sempre dall’altra parte dell’obbiettivo mi risulta un po’ difficile, quindi direi che molto dipenda da chi mi fotografa e da che risultato vorrebbe ottenere.
  • Solo autoscatti
Grafico con le risposte degli intervistati durante il sondaggio
Leggi tutto “Come si sentono le persone davanti ad una macchina fotografica?”

Donne di Crema: Il ritratto di Alice

Mentre prosegue la preparazione del materiale per l’esposizione del 30 agosto del progetto “Donne di Crema”, presso Villa Corti a Pieranica (Cr), nell’ambito dell’evento multiculturale “Si ripArte” organizzato da MrsD Eventi, continuo a incontrare nuove partecipanti al progetto, e ad ascoltare le loro storie. Come quella di Alice.

Il ritratto di Alice per il progetto "Donne di Crema" (C)Monica Monimix Antonelli
Il ritratto di Alice per il progetto “Donne di Crema” (C)Monica Monimix Antonelli

L’incontro

Alice arriva in bicicletta al nostro incontro, un simbolo sempre più distintivo della mobilità cremasca, anche a sentir i racconti delle partecipanti al progetto, che la amano e la associano al senso di libertà che provano appena salgono in sella.

Leggi tutto “Donne di Crema: Il ritratto di Alice”

Donne di Crema: il ritratto di Emanuela

Il 30 agosto esporrò per la prima volta le fotografie del progetto Donne di Crema, durante un evento multiculturale (“Si ripArte”), organizzato da Alessandra, (una delle donne ritratte nel progetto) in arte MrsD Eventi. L’emozione è tanta e non vedo l’ora di mostrarlo a tutti. Le stampe delle prime partecipanti sono già pronte, ma nel frattempo ne approfitto per conoscere tante altre nuove donne, come Emanuela, di cui ti racconto ora la storia.

Il ritratto di Emanuela per il progetto "Donne di Crema"
Il ritratto di Emanuela per il progetto “Donne di Crema” (C)Monica Monimix Antonelli

L’incontro

Emanuela è una donna minuta, giovane, con occhi grandi e bellissimi, un sorriso aperto e contagioso. Appena inizia a raccontarmi la sua storia scopro il suo carattere davvero tosto, che le ha permesso di superare difficoltà e dolori, portandola oggi a sorridere e ad essere orgogliosa di ciò che ha vissuto e capace di apprezzare tutto ciò che ha e a non dare mai nulla per scontato.

Leggi tutto “Donne di Crema: il ritratto di Emanuela”

L’autoritratto per capire noi stessi e gli altri

L’autoritratto è un ottimo modo per capire come migliorare l’approccio alla fotografia di ritratto.

Per autoritratto non intendo scattarsi un selfie. Un autoritratto è (o dovrebbe essere) molto più impegnativo, dovrebbe avere un significato molto più profondo rispetto ad un selfie da postare sui social network.

Autoritratto della fotografa Monica Mx Antonelli
Autoritratto 2015 (C)Monica Mx Antonelli

Cos’è quindi un autoritratto?

E’ la fase culminante di un lavoro di ricerca su noi stessi. Studiamo noi stessi, la nostra natura, i nostri sentimenti attraverso questo tipo di fotografia.

Sapersi raccontare attraverso un autoritratto è forse una delle cose più difficili della fotografia. Se raccontare gli altri può essere complicato e non immediato, raccontare noi stessi lo è ancora di più. Perché vuol dire mettersi a nudo davanti ad una macchina fotografica, come fossimo ad una seduta di analisi. Vuol dire essere totalmente onesti con noi stessi affinché quella foto ci rispecchi veramente.

Leggi tutto “L’autoritratto per capire noi stessi e gli altri”

7 buoni motivi per fotografare in studio

In questo articolo voglio mostrarti 7 buoni motivi per fotografare in studio. Se stai valutando l’ipotesi di aprire un tuo studio fotografico, puoi farti un’idea di cosa voglia dire averne uno. Ti mostro 7 buoni motivi per fotografare in studio ma anche 5 punti a sfavore di tale scelta.

Fondali fotografici: bianco e nero sono essenziali per fotografare in studio
Fondali fotografici essenziali per fotografare in studio: il bianco e il nero.

Una delle domande che mi sono sentita fare più spesso da quando faccio la fotografa è: “Dove hai lo studio?”, o la versione “Dove hai il negozio?” perché vivendo in provincia, l’idea del fotografo è ancora molto legata al discorso negozio fotografico dove si va per farsi fare le foto tessera o a comprare la macchina fotografica.

Se mi fossi fatta dare un euro, ogni volta che mi sono sentita fare queste domande, ora sarei ricca.

Premessa

Ho avuto uno studio per sei anni. L’ho preso subito, quando mi sono lanciata in questa avventura (sì, perché aprire la partita IVA in un momento storico non certo favorevole, correva l’anno 2006, è stata una vera e propria avventura).

Sarà stato l’entusiasmo della novità, un po’ di incoscienza, o chiamalo coraggio, fatto sta che quando mi metto in testa una cosa, non mi ferma nessuno. E così, a gennaio 2006 ho aperto la partita IVA e, due mesi dopo, le porte del mio studio fotografico.

Leggi tutto “7 buoni motivi per fotografare in studio”

Donne di Crema: il ritratto di Monica

Si procede spedite con il progetto “Donne di Crema”, oggi ti racconto la storia di Monica.

Il ritratto di Monica per il progetto "Donne di Crema" (C)Monica Monimix Antonelli
Il ritratto di Monica per il progetto “Donne di Crema” (C)Monica Monimix Antonelli

L’incontro

Una giornata splendida quella in cui incontro Monica, un sabato pomeriggio terso e luminoso fa da sfondo al nostro incontro. Monica arriva a me, tramite un contatto comune, e dopo mesi di attesa causa lockdown, finalmente riusciamo a vederci.

Leggi tutto “Donne di Crema: il ritratto di Monica”

Donne di Crema: il ritratto di Eswari

Continua con grande entusiasmo il progetto Donne di Crema, e tante nuove candidature continuano ad arrivare. Non vedo l’ora di ascoltare tante nuove storie e raccontare queste splendide donne.

Il ritratto di Eswari per il progetto "Donne di Crema" (C)Monica Monimix Antonelli
Il ritratto di Eswari per il progetto “Donne di Crema” (C)Monica Monimix Antonelli

L’incontro

E’ un venerdì pomeriggio soleggiato, quello in cui ho fissato l’appuntamento con Eswari, un bel sole, cielo azzurro e aria fresca. Il posto scelto da Eswari è proprio dietro casa mia, lungo le sponde del fiume Serio. Ci sediamo sulle rocce sulla sponda mentre mi racconta la sua storia e il perché abbia scelto questo luogo.

Leggi tutto “Donne di Crema: il ritratto di Eswari”

Donne di Crema: il ritratto di Raffaella

Il progetto Donne di Crema è ripartito alla grande dopo il lockdown, tante nuove candidate si stanno presentando, una tra queste è stata Raffaella, amica di lunga data di Cecilia.

Il ritratto di Raffaella per il Progetto fotografico "Donne di Crema" (C)Monica Monimix Antonelli
Raffaella – Progetto fotografico “Donne di Crema” (C)Monica Monimix Antonelli

L’incontro

Il tempo ballerino che sta caratterizzando il mese di giugno non rende facile fissare gli appuntamenti per il progetto. Essendo tutti ritratti all’aperto, l’incertezza del meteo, rende un po’ più lunghi i tempi.

Leggi tutto “Donne di Crema: il ritratto di Raffaella”

La camera chiara – Roland Barthes

“La camera chiara” scritto da Roland Barthes è un saggio sulla fotografia, che ti consiglio di leggere se vuoi occuparti di fotografia o ne sei un grande appassionato.

Premetto subito che la lettura de “La camera chiara” non è immediata. E’ un testo a tratti complicato e di non facile comprensione se la lettura è distratta. E’ un libro che va letto più volte perché i concetti si fissino dentro di te, ma è sicuramente un punto di riferimento importante sulla fotografia.

La camera chiara di Roland Barthes
La camera chiara di Roland Barthes

Uno su tutti, la distinzione tra chi fa la foto (Operator), chi la “subisce” (Spectrum) e chi la guarda (Spectator). Ma è di grande ispirazione anche la sua visione del soggetto fotografato:

“Davanti all’obiettivo io sono contemporaneamente: quello che io credo di essere, quello che vorrei si creda io sia, quello che il fotografo crede io sia, e quello di cui egli si serve per far mostra della sua arte.”

Roland Barthes
Leggi tutto “La camera chiara – Roland Barthes”