Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

Archive for the ‘scattare all’aperto’ tag

Anteprima nuova serie

leave a comment

Un’anteprima da una nuova serie di fotografie (“The chameleon”), realizzate a novembre a Milano.

L’occasione è nata un po’ per caso, io e Monia (stylist), avremmo dovuto realizzare delle immagini per un cliente, ma essendoci stato uno slittamento di date, abbiamo voluto approfittarne, essendo entrambe libere in quella giornata e sfruttare comunque alcuni degli abiti a disposizione. L’occasione è stata perfetta per poter finalmente realizzare alcune immagini nel parco della Villa Reale di Milano, già da tempo adocchiato durante uno dei miei sopralluoghi in cerca di nuove location dove scattare. Mi aveva colpito per i colori autunnali, i letti di foglie che coprivano tutta l’area e quel sapore retrò dell’ambiente così silenzioso che riesce a trasportarti in un’epoca lontana estraniandoti al punto da farti perdere contatto con il mondo esterno. I capi vintage recuperati per l’occasione si sposavano perfettamente con l’ambientazione e l’atmosfera autunnale intorno a noi. Le ore di luce in questa stagione son davvero poche, ma è stato un ottimo banco di prova per poter sfruttare anche la luce serale sino a sfumare nel buio rischiarato solo da alcuni lampioni.

Stylist: Monia Pedretti
Model: Lorenzo Politi JOY Model Management
Assistente stylist: Christian Luccisano

Portrait by Monica Monimix Antonelli

Written by Monimix

dicembre 23rd, 2014 at 9:14 am

Ambientare i ritratti all’aperto: guardarsi attorno e scoprire mille scorci diversi

leave a comment

Abbiamo visto alcuni lati positivi e negativi dello scattare in studio e all’aperto, ora dobbiamo decidere il dove. Per questa prima tappa del tour dei ritratti (non mi dispiace per niente l’idea di farlo diventare un progetto di lungo corso e perché no, itinerante), prediligo l’idea di ambientare la sessione all’aperto. Complice la primavera con la sua luce meravigliosa e le piante fiorite, la rischio e scelgo questa opzione. E fu così che riprese a piovere per settimane ininterrottamente. Solitamente funziona così, appena si sceglie di scattare all’aperto, lassù c’è qualche burlone che decide di tirar giù acqua a secchiate. Corriamo il rischio, che dite?

Il primo piccolissimo passo è fatto: sappiamo che vogliamo scattare all’aperto. E ora? Ora non ci resta che scegliere realmente il dove. La città di Milano è enorme, va individuata una zona adatta che possa offrire più varietà possibile e che non sia nelle vie più trafficate dalle auto. La prima idea è quella di scegliere un parco cittadino. Solitamente ci sono vari angoli interessanti, zone più tranquille, parti al sole e zone d’ombra, siepi fiorite, muri di cinta, insomma una bella varietà di sfondi.

Anni fa, in occasione di un progetto, avevo scelto il Parco Sempione, e mi è sempre rimasta la voglia di tornarci per poter sfruttare tutte quelle zone che allora non ero riuscita a sfruttare perché non attinenti al progetto. Il parco è comodo da raggiungere con i mezzi, è in una zona centrale, ed è enorme. Direi che per la nostra prima tappa può andare benissimo.

Quando ai tempi, vi avevo fatto un sopralluogo, ricordo che mi ero innamorata di moltissimi angoli che il parco offriva.

Tantissimi gli scorci verdi e fioriti delle siepi e dei cespugli:

Parco sempione - siepi e fiori

Read the rest of this entry »

Written by Monimix

marzo 27th, 2014 at 2:14 pm

Ritratti all’aperto

leave a comment

Dopo aver visto una piccola selezione di ritratti realizzati in studio, vediamo invece cosa si potrebbe ottenere all’aperto. Scegliere di ambientare il set all’aperto è prima di tutto una sfida: permette di mettersi continuamente alla prova per superare eventuali ostacoli e difficoltà che in esterni potrebbero presentarsi, mentre nella comfort zone dello studio siamo un po’ più al riparo da inconvenienti. Personalmente amo molto le sfide, quindi appena posso vedo di “complicarmi” un po’ la vita per vedere ogni volta come posso imparare da ogni situazione, qualcosa di nuovo.

Il ritratto a Deborah qui sotto, è stato realizzato in un campo, una mattina di giugno. Il telo steso alle sue spalle, non dà immediatamente l’impressione di essere all’aperto, ma ricrea l’idea di essere in uno studio. Il set era posizionato all’ombra degli alberi, il vento leggero le ha mosso un po’ i capelli dandole un aspetto molto naturale, la luce diffusa e morbida ha reso il ritratto molto pulito, minimalista e molto delicato.

Black and white portrait by Monica Monimix Antonelli

All’aperto si possono sfruttare gli sfondi diversi che incontriamo: i muri sono eccezionali, ogni muro è diverso dall’altro, la grana del materiale è perfetta per creare un contrasto forte con il soggetto ripreso. In questo caso le linee dei mattoni hanno creato la via di fuga dando molta dinamicità alla foto. Il profilo di Emilia viene esaltato, oltre che dalla posa, dal contrasto tra la luce e l’ombra, i lievi tocchi di luce lo disegnano in modo naturale ma d’effetto. A volte basta muoversi intorno al soggetto per catturare una luce migliore rispetto a quella che si avrebbe avuto riprendendola frontalmente.

Color portrait by Monica Monimix Antonelli

Read the rest of this entry »

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: