Donne di Crema: esposizione alla Proloco

5
(3)

Settembre è stato un mese ricco di attività legate al progetto “Donne di Crema” e questo mi ha permesso di conoscere tantissime nuove persone, rivedere tante partecipanti al progetto e ascoltare consigli e pareri esterni.

Il primo evento è stata l’esposizione presso la Proloco di Crema dal 4 al 9 settembre. Un luogo centrale della città, un ambiente vivace, con un forte via vai di cittadini e turisti interessati a scoprire la nostra città.

Donne di Crema in esposizione presso la Proloco dal 4 al 9 settembre 2021
Donne di Crema in esposizione presso la Proloco dal 4 al 9 settembre 2021

L’occasione per esporre in questo spazio è nata un po’ per caso, complice la mostra di Michela Grossi che ho visitato a luglio, tutto poi è successo in fretta. Ho scoperto che avevano ancora alcuni giorni liberi ad inizio settembre e ho preso l’opportunità al volo.

Ci tenevo a presentare ufficialmente il progetto alla città, in un fulcro importante, nel cuore della Piazza Duomo, crocevia di moltissime persone di varie culture.

E così è andata. Presi gli accordi con Francesca, della Proloco, è cominciato per me un turbinio di stati d’animo e cose da fare. La lista delle cose da fare si è allungata parecchio, visto anche il poco tempo e il mese di agosto in mezzo, periodo in cui tutti si fermano e le città si paralizzano.

La difficoltà era conciliare la preparazione di questa esposizione con l’organizzazione del secondo evento che avevo programmato per il 18 settembre presso Palazzo Zurla De Poli.

Ho tenuto duro nonostante le lunghe attese date dal ritmo lento e paralizzato di agosto. Ho incastrato impegni e alla fine sono riuscita a portare a termine tutto ciò che mi ero prefissata.

Se volete un consiglio: evitate di organizzare un evento per i primi di settembre, se non avete già tutto pronto entro fine luglio! Agosto è esasperante per chi vuole lavorare e trova tutti in ferie e tutto chiuso.

Sicuramente da questa esposizione e dall’altro evento ho fatto un pieno di esperienza e dalle difficoltà incontrate ho imparato molto.

Non solo difficoltà, per fortuna, ma anche tanto sostegno, da parte di alcune persone che ho incontrato in quelle settimane, che col loro entusiasmo mi spronavano e mi incoraggiavano.

Ringraziamenti

Ci tengo a ringraziare alcune persone in particolare. Prima di tutto il Presidente della Proloco: Vincenzo Cappelli per il meraviglioso discorso che ha tenuto all’inaugurazione della mostra. Le sue parole sono arrivate dritte al cuore, mio e dei partecipanti.

Foto by Gloria Giavaldi - Cremaonline. Nella foto: Emanuela Granata, Vincenzo Cappelli, Monica Antonelli e Cecilia Gipponi durante la presentazione della mostra presso la Proloco di Crema.
Foto di Gloria Giavaldi – Cremaonline. Nella foto: Emanuela Granata, Vincenzo Cappelli, Monica Antonelli e Cecilia Gipponi durante la presentazione della mostra presso la Proloco di Crema.

Donne di Crema coinvolte nell’evento come parti attive

Grazie a Cecilia Gipponi, donna di Crema e gran persona! Ho affidato a lei la presentazione del progetto davanti al pubblico, perché io a parlare in pubblico sono una schiappa e, in più, parlare del progetto Donne di Crema mi emoziona sempre molto, e mi si incespicano le parole.

[Questo è sicuramente un aspetto su cui dovrò lavorare parecchio.]

Ho fatto benissimo ad affidare a Cecilia la presentazione, perché oltre alle splendide parole che ha avuto per me e le Donne di Crema, ha saputo trasmettere il vero senso del progetto: la collaborazione e il sostegno vicendevole tra noi donne.

Inoltre, ammetto che quando ho visto molte delle Donne di Crema arrivare indossando la maglietta realizzata per il progetto, è stata pura emozione e mi ha commosso moltissimo. Non sarei riuscita a parlare in pubblico in quel momento.

Grazie e Emanuela Granata per il monologo dedicato a Franca Rame e a tutte le donne, che ha recitato davanti a tutti noi. Il suo momento è stato molto toccante e apprezzato da tutti noi.

Un ringraziamento speciale va a Matilde De Poli, che ha dato un contribuito fondamentale alla bella riuscita della mostra. È merito suo se le storie delle partecipanti, pubblicate sul blog, (lunghissime!), sono riuscite a rientrare in una didascalia formato A5. Lei è l’artefice delle bellissime didascalie che hanno accompagnato le foto esposte. Un lavoro incredibile quello che ha fatto. Si è letta ogni storia, vi è entrata in profondità ed è riuscita a sintetizzarla mantenendo il messaggio trasmesso.

Questo progetto è composto da parole oltre che da fotografie, e io non avendo il dono della sintesi, ero in difficoltà a tradurre in didascalia ogni storia. Matilde ha fatto il miracolo!

Grazie alla Proloco

Un ringraziamento va a Francesca Gnocchi, splendida persona che con la sua gentilezza e professionalità mi ha dato tutte le informazioni che mi servivano per esporre in Proloco. Se passate dagli uffici la trovate lì ad accogliervi, sempre col sorriso, a darvi moltissime informazioni utili sulla città.

Un grazie anche a tutti i volontari della Proloco che ho avuto il piacere di veder passare dalla mia mostra e dagli uffici. Ognuno a modo loro mi ha fatto sentire ben accolta e le loro parole di apprezzamento sul progetto mi hanno dato una grande carica a continuare questo meraviglioso percorso.

La mia famiglia

Grazie alla mia famiglia e a Roberto, il mio compagno, per avermi supportata in ogni fase e sopportata nonostante la stanchezza e un po’ di relativo nervosismo. In alcuni casi mi hanno resa non proprio la persona più simpatica al mondo.

Roberto in particolare, sant’uomo, che è stato al mio fianco per tutto il weekend di inaugurazione e ha sempre avuto un sorriso e un abbraccio per me.

Grazie ad Elisa, amica e cognata, che mi ha aiutata nell’allestimento della mostra. Non è stata proprio una passeggiata, ma insieme è stata decisamente più divertente.

Le mie Donne di Crema

Grazie anche a Laura De Poli, donna di Crema che ho conosciuto mesi fa e con cui abbiamo legato moltissimo fin dalla prima chiacchierata. Incontrarsi e scoprirsi simili, anche in certe scelte di vita e di avere un punto di vista sul mondo in perfetta sintonia. È stata portatrice di conforto quando ero abbattuta per delle difficoltà tecniche, ma anche di sorrisi davanti ad un caffè o semplicemente per un saluto mattutino per sapere come stesse andando.

A tutte le donne di Crema presenti all’inaugurazione voglio urlare il mio grazie dal più profondo del cuore. Vedervi lì davanti a me, sorridenti, con la maglietta del progetto (ma anche in altre vesti), fiere di far parte di questo gruppo, mi ha resa orgogliosa di ciò che ho costruito in questo anno e mezzo. Mi avete emozionata e commossa e sono felice di aver incrociato le nostre strade.

Ovviamente un grazie va anche a tutte le altre donne di Crema che non erano presenti all’inaugurazione ma sono passate per un saluto e per visitare la mostra nei giorni successivi. Le vostre parole di apprezzamento e il vostro interessamento fanno bene al cuore.

Ringrazio anche chi non è riuscita a passare ma che mi ha dato il suo sostegno tramite messaggi. Ci saranno altre occasioni in cui potremo incontrarci nuovamente.

L'esposizione di Donne di Crema presso la sala della Proloco di Crema
L’esposizione di Donne di Crema presso la sala della Proloco di Crema

La stampa

Grazie e Gloria Giavaldi e Francesca Rossetti per gli articoli che mi hanno dedicato sulle loro testate: Cremaonline e Il nuovo Torrazzo. Leggere le vostre parole è stato motivo di orgoglio per me, una conferma di aver scelto la strada giusta e uno sprono a dare sempre di più.

Amici, conoscenti e a tutti i presenti

Grazie agli amici, conoscenti e a tutte le altre persone che sono passate e che hanno apprezzato ciò che abbiamo fatto sino a qui.

Ho ricevuto tante belle parole di stima, tanti complimenti per il tema trattato e per aver dedicato questo lavoro alle donne e anche a Crema. Sono fiera di ciò che ho fatto sino ad ora e forse prima di esporre non mi rendevo davvero conto di ciò che avevo costruito.

Con la mostra ha iniziato a diventare reale, non è più solo un progetto fotografico, ma è una rete di persone collegate tra loro. Persone che si incontrano, si conoscono e riconoscono in alcuni casi, donne che fanno gruppo, persone che creano legami. E tutto questo è meraviglioso perché mi rendo conto di aver costruito il ponte che serviva per farle incontrare.


Il progetto “Donne di Crema”

“Donne di Crema” vuole essere un progetto fotografico che mostri le donne di una piccola cittadina, ma che ha al suo interno tanti ottimi elementi, a livello lavorativo e personale.

Perché voglio raccontare le Donne di Crema mostrando il loro contributo nella società e la loro ricchezza a livello umano.

Saranno ritratti all’aperto, al naturale, così come la persona si presenta. Ogni donna che partecipa può scegliere il luogo in cui ambientare il suo ritratto. Unica regola deve essere di Crema (esserci nata, averci vissuto per molti anni, e/o viverci tutt’ora).

Far scegliere alla persona ritratta il luogo in cui scattare il suo ritratto è un modo per farla sentire ancora di più a suo agio.

Chiederò a ciascuna donna di raccontarmi la propria storia e se ha un pensiero legato a Crema. In questo modo potrò sia raccontare qualcosa delle partecipanti, sia ricostruire tramite loro, ciò che Crema rappresenta.

La sessione di ritratto dura un’ora, durante la quale ci conosceremo facendo quattro chiacchiere e poi realizzeremo il suo ritratto.

In questo caso, non è richiesto nessun contributo. Il ritratto è gratuito. In cambio chiedo l’autorizzazione a pubblicare il ritratto per il progetto, e per chi lo desidera, l’iscrizione alla lista di contatti a cui inviare la newsletter.

Se sei di Crema (ci sei nata, ci hai vissuto, e/o ci vivi tutt’ora) e se hai voglia di farti ritrarre, scrivimi: moni@monimix.com specificando “Donne di Crema”.


Se vuoi partecipare al progetto “Donne di Crema”, ma ti senti un po’ a disagio davanti alla fotocamera, ho scritto una breve guida per aiutarti a vivere più serenamente il momento degli scatti.

Per vedere i ritratti delle Donne di Crema che hanno già partecipato, puoi visitare questa pagina.

Scopri 10 consigli pratici per essere a tuo agio davanti alla fotocamera e venire bene in foto.

Con questa guida imparerai a rilassarti davanti alla macchina fotografica, a prepararti per un servizio fotografico e l’importanza del dialogo col fotografo.

Prima di andare, ti chiedo un’ultima cortesia. Se l’articolo ti è piaciuto, lasciami un tuo like o un commento, oppure condividilo, mi farebbe molto piacere! Grazie!

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 5 / 5. Vote count: 3

No votes so far! Be the first to rate this post.

Please follow and like us:

2 pensieri riguardo “Donne di Crema: esposizione alla Proloco”

La tua opinione è importante