L’importanza della routine mattutina per un fotografo

0
(0)

Sai qual è l’importanza della routine mattutina? Con questo articolo vorrei, se possibile, darti un mio piccolo aiuto per farti capire quanto sia importante che tu inizi a prender consapevolezza di te. Nel web si parla tanto di crescita personale, obiettivi nella vita, mindset: cosa vuol dire tutto questo?

Begin. Photo by Danielle MacInnes on Unsplash
Photo by Danielle MacInnes on Unsplash

Cosa c’entra la routine mattutina col diventare (o essere) fotografi?

Occuparsi di fotografia, così come tanti altri lavori, può comportare delle difficoltà di gestione del proprio tempo. Ci sono periodi in cui si lavorano moltissime ore al giorno, per più giorni consecutivi, alternati a periodi di vuoto in cui il rischio è che l’ansia prenda il sopravvento.

Essendo liberi professionisti dobbiamo imparare ad organizzarci in modo indipendente. E’ una grande fortuna, ma non sempre è facile capire come poter esser produttivi, senza che qualcuno “controlli”. Il rischio è di perdersi per strada e non riuscire ad avere il giusto equilibrio tra lavoro e vita personale.

Partendo dalla mia esperienza riguardo al fatto di ritagliarsi del tempo per sé, vorrei raccontarti come sono riuscita a migliorare la mia produttività e la gestione del tempo, e da dove ho preso spunto.

Se anche tu sei in un momento della tua vita in cui ti chiedi cosa stai facendo, perché ti senti bloccato e cosa dovresti fare per uscire da questo stallo, sappi che sei in buona compagnia! La buona notizia è che uscire dallo stallo si può. Come? Lavorando sodo e cambiando la propria mentalità, ma le soddisfazioni arriveranno.

Sei pronto? Partiamo!

La mia esperienza con la routine mattutina

Da un anno a questa parte sono in fase di studio e di ricerca perché ho iniziato a sentirmi un po’ bloccata, in difficoltà. Il lavoro arrancava parecchio, sentivo di dover cambiare qualcosa ma non riuscivo a capire cosa e soprattutto come poter uscire da quella situazione di stallo.

Lavorare come liberi professionisti porta ad alternare momenti molto densi a periodi (a volte anche lunghi) morti. L’errore che si fa è quello di non sfruttare al meglio i tempi “morti”. Spesso li si impiega lamentandosi che le cose non vanno nel verso giusto, li si passa sui social in attesa che qualcosa ci cada dal cielo. Se invece riusciamo ad utilizzare quei tempi vuoti con qualcosa di produttivo, allora le cose possono iniziare a cambiare.

Ho iniziato a leggere parecchi articoli di blog, vedere molti video su Youtube e leggere libri per approfondire. L’argomento su cui mi sono focalizzata è quello della crescita personale e della gestione del tempo.

Un punto in comune di tutti questi articoli è che la prima cosa da fare è lavorare sulla nostra mentalità. Gli errori in cui cadiamo più spesso sono:

  • rimandare sempre a domani
  • non prendere veramente sul serio quello che stiamo facendo e
  • non credere al 100% nel nostro obiettivo e nelle nostre capacità.

Un po’ per sfida e un po’ per curiosità ho voluto iniziare a mettere in pratica ciò che leggevo per capire se era aria fritta o se aveva un senso.

Ciò che ho voluto provare subito è stato quello di impostare una nuova morning routine, visto che tutti loro parlavano di quanto l’importanza della routine mattutina fosse fondamentale.

Tutto parte da qui. Impostare la giornata sin dai primi minuti del mattino aiuta a concentrarsi meglio per tutto il resto della giornata. Ed effettivamente posso confermarti che è vero. Nel periodo natalizio, per esempio, ho staccato qualche giorno perché ero arrivata particolarmente provata dopo un periodo intenso di lavoro e a livello personale. In quei giorni in cui non ho puntato la sveglia presto, durante la giornata ero molto più “lenta” e faticavo a concentrarmi.

Ne ho approfittato per rilassarmi, per dormire e per svagarmi un po’. A gennaio ho ricominciato. Il problema è stato quello di riprendere a puntare la sveglia presto. Il cervello e il mio corpo nel frattempo, si erano già riadattati a poltrire al mattino.

Routine mattutina: l'importanza di prenderti del tempo per te
(C)Monica Monimix Antonelli – Morning Light

La prima scelta, quindi, è stata quella di puntare la sveglia un po’ prima al mattino. Ho iniziato gradualmente puntandola alle 6.45 giusto per riprendere l’abitudine e aiutare il mio corpo a ricominciare, ad oggi sono arrivata a puntarla alle 6.05. L’intento era quello di arrivare a puntarla alle 6, obiettivo che raggiungerò la settimana prossima.

Cambiando l’ora della sveglia devi cambiare anche la gestione della giornata. (Non puoi ogni sera andare a dormire alle 2 di notte, ma dovrai anticipare l’ora del sonno.)

Facendo la fotografa, come libera professionista, ho la fortuna di gestire i miei tempi, (la ricchezza più grande), perché molto spesso lavoro al computer, quindi posso tranquillamente lavorare da casa. Questo non vuol dire che non ci siano regole. Anzi, a volte è più difficile darsi delle regole quando ti senti libero di gestirti senza l’obbligo di timbrare un cartellino. Avere la partita IVA ha sicuramente i suoi svantaggi, ma il più grande vantaggio che ci dà è la libertà del nostro tempo.

La gestione del tempo era un serio problema per me, ho quindi deciso di iniziare dal mattino presto per potermi dedicare alla meditazione e allo yoga, visto che non trovavo mai il momento giusto per farle. A quell’ora il silenzio mi aiuta a concentrarmi e il cervello non è ancora assalito da tutte le incombenze della giornata. ù

Dopodiché faccio una buona colazione e sono pronta a iniziare la giornata. Prima di tutto mi dedico alla scrittura del blog, almeno un’ora in totale silenzio. Questo mi permette di concentrarmi a fondo. Poi a seconda di cosa mi sono prefissata per la giornata inizio ad occuparmi dei vari compiti: un servizio fotografico, la post produzione, lavorare al sito, fissare appuntamenti, lavorare sulla comunicazione, organizzare progetti in corso o futuri…

Sfatare i luoghi comuni

Una cosa da specificare subito è questa: quando inizi a fare un cammino di crescita personale, molte delle persone che hai accanto potrebbero sorridere della cosa. (A volte noi stessi siamo i primi a non credere che possa essere utile veramente.)

Se, per esempio, dici che hai deciso di puntare ogni giorno la sveglia alle 6:30 del mattino per fare meditazione e yoga, ti guarderanno come se fossi pazzo. Perché a molti, sembrerà una pazzia puntare la sveglia presto al mattino di propria spontanea volontà, senza esserne obbligato.

Alzarsi presto al mattino, non solo è utile per il silenzio, ma anche perché alzandoti così presto avrai più energia durante la giornata (soprattutto al mattino) e potrai portare a termine tutti i compiti che ti sei prefissato per la giornata.

Sarai più efficace ed attivo. Anche io prima di iniziare pensavo fosse un controsenso. Ma ho provato sulla mia pelle e ti confermo che alzandosi presto il corpo si attiva prima e il cervello è molto più stimolato.

Inoltre, già per il solo fatto di alzarsi subito, senza rimandare la sveglia, mi fa sentire quasi un’eroina. Se puoi fare questo, che non è propriamente la cosa più facile da fare, puoi fare molto altro. Non ti pare?

In più, decidere di alzarsi presto è la prima decisione che prendi per te stesso, ogni mattina. Decidi di partire da lì per costruire qualcosa.

La vita è fatta di scelte, prendere una decisione è il primo passo per avvicinarti al tuo obiettivo. 

Altra cosa fondamentale: nel momento in cui hai un obiettivo* chiaro in mente, avrai un nuovo entusiasmo dentro di te e alzarti presto al mattino sapendo di aver qualcosa da fare non sarà così pesante, anzi! Ti sveglierai felice di sapere cosa devi fare quel giorno, per te e il tuo scopo nella vita.

*Questo è stato un altro grosso punto su cui ho lavorato per parecchio tempo, ma finalmente sono riuscita a capire cosa realmente volessi fare e come modificare la mia attività. Da queste riflessioni è nato poi il progetto “Donne di Crema”.

Se chi è attorno a te non capirà, non scoraggiarti. Non devi giustificarti. Né cambiare piani per loro.

Ti sei posto un obiettivo, non desistere solo perché agli altri sembra sciocco o da pazzi. Ha un senso per te e questo basta.

Conclusioni

So che non è facile organizzarsi, e cambiare le proprie abitudini. Impostare la propria routine mattutina deve esser prima di tutto una scelta consapevole. C’è chi si alza un’ora prima per poter meditare, o chi lo fa per lavorare su un proprio progetto. Ci sono persone che puntano la sveglia addirittura alle 5 del mattino per poter avere un’ora tutta per sé.

Il punto è che dovresti capire, prima di tutto, cosa vuoi fare per te. Non è facile, lo so, soprattutto se hai una famiglia da gestire e parecchi impegni stressanti. Però in fondo in fondo, magari, lo senti che c’è qualcosa che vorresti cambiare. Ragiona su questo finché non troverai il “cosa”. Dopodiché inizia il tuo cammino.

Impostare la sveglia prima al mattino non è l’unica scelta da fare, ovviamente. Nel momento in cui capisci che è giunto il momento di cambiare la tua gestione del tempo perché non riesci mai a portare a termine tutti i compiti che ti sei prefissato, fermati un attimo a ragionare. Fai una lista delle priorità in cui metterai tutti i compiti realmente importanti e urgenti. Focalizzati su quelli e vedrai che a fine giornata proverai un senso di soddisfazione per esser riuscito a portarli a termine.

Che dici? Sono riuscita ad incuriosirti riguardo l’importanza della routine mattutina al punto da farti venir voglia di provarla tu stesso?

Due blog da cui ho imparato molto

Per capire che dovevo cominciare a fare qualcosa per poter far chiarezza dentro di me, mi è servito molto scoprire un paio di blog. Il primo è Efficacemente, curato da Andrea Giuliodori. Andrea ha iniziato il suo blog 12 anni fa quando ancora lavorava per una grossa azienda. Ha iniziato a ritagliarsi un’ora ogni mattina, per anni, prima di andare al lavoro. Oggi è il blog di riferimento italiano per la crescita personale e per trovare la giusta motivazione.

Sono arrivata sul suo blog un po’ per caso, credo stessi cercando qualche spunto per capire come scoprire il mio scopo nella vita, come capire cosa mi piacesse realmente (per poi aver conferma che la fotografia rappresenta tutto questo). Il suo stile di scrittura mi ha conquistata subito, è ricco di spunti, informazioni e ha quel pizzico di leggerezza qui e là che aiuta a non annoiarsi.

Ho letteralmente divorato i suoi articoli. Ho iniziato ad approcciarmi alla crescita personale in maniera più approfondita.

Ciò che subito ha colpito la mia attenzione è il sottolineare costantemente come non procrastinare nella vita

Quello è effettivamente un aspetto che devo assolutamente migliorare e su cui ho già iniziato a lavorare.

Qui trovi il suo articolo riguardo l’importanza della routine mattutina

Mentre in questo articolo ti spiega come ritrovare la motivazione persa attraverso un semplice gesto, che appunto, dovresti fare al mattino appena sveglio.

Un altro blog in cui sono incappata e che mi è stato molto utile è quello di Alice’s Lifestyle. Curato da Alice Bush, italiana con padre inglese, ha sposato Michael, un canadese, con cui ha fondato Italo Digitali (altro blog che seguo, legato al tema professionale). Alice è adorabile; così come Andrea è l’amico virtuale che non te le manda a dire quando ti deve spronare, Alice è ferma nelle sue esternazioni ma estremamente dolce e pacata nei modi.

Anche lei è un punto di riferimento molto importante, mi ha dato moltissime informazioni utili per la crescita personale tra cui la routine mattutina, come meditare, l’approccio mentale (il mindset), l’essere proattivi, il concetto su cui ragionare e lavorare sull’essere per poter avere, e quanto è importante prendere consapevolezza di noi stessi. 

Qui trovi il suo parere riguardo l’importanza della routine mattutina

Se vuoi approfondire i temi di cui ti ho accennato, ti consiglio di seguire il suo canale Youtube e il suo blog dovrei troverai tantissime informazioni.


VUOI SCOPRIRE 5 SEMPLICI PASSI PER OTTENERE IL RITRATTO PERFETTO?

Scopri come mettere a proprio agio la donna che vuoi ritrarre, partendo dal dialogo con lei, conquistando la sua fiducia e valorizzandola al meglio con la posa giusta. Scarica la guida, è gratuita.


Prima di andare, ti chiedo un’ultima cortesia. Se l’articolo ti è piaciuto, lasciami un tuo like o un commento, oppure

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Un commento su “L’importanza della routine mattutina per un fotografo”

La tua opinione è importante