Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

Archive for the ‘primavera’ tag

Strade che si incrociano per un cammino comune

2 comments

E’ da un po’ di tempo che non passo di qui a lasciar traccia dei miei pensieri, troppo presa in un turbinio di cose da fare che mi hanno tenuta impegnata fisicamente e mentalmente nelle ultime settimane. Questo 2011 è iniziato velocemente, pieno di impegni, di nuovi scatti e nuovi progetti.
Nelle due settimane appena trascorse mi sono dedicata alla realizzazione di un catalogo d’abbigliamento, e la cosa bella è stata il riuscire a combinare la mia ricerca con le esigenze di un cliente. La cosa buffa è che la prima volta che ho parlato col cliente non avevo ancora individuato il percorso che avrei fatto di lì a poco, (mi riferisco agli scatti luminosi di cui si è popolato il mio sito ultimamente, di cui parlavo qui), e nemmeno lui inizialmente aveva pensato a scatti del genere. Nel confronto di idee ecco spuntare un servizio moda bellissimo, dalle tinte fresche e rosate, un’atmosfera delicata e luminosa e lì il primo segnale, la prima coincidenza, avevo appena finito di realizzate il secondo capitolo di Morning light. Un incrocio di strade, la mia in cui avevo appena capito di aver bisogno di luce, di una nuova primavera, quel servizio e quel cliente che rimane colpito da quegli scatti e da lì la decisione di procedere sul quella strada.
Fantastica emozione poter proseguire idealmente il mio cammino di rinascita anche in un lavoro commissionato.
Presto pubblicherò gli scatti sul sito e andrò a rivoluzionare il portfolio cartaceo seguendo alcuni utili consigli scaturiti da una chiaccherata con Barbara tempo fa. Un primo passo per l’individuazione di un filo conduttore in attesa di poterne fare altri.

Written by Monimix

febbraio 9th, 2011 at 12:05 pm

Voglia di rinascere

8 comments

Non mi è mai piaciuto fare la lista dei buoni propositi per l’anno nuovo perchè alla fine cambiare anno è solo il voltare pagina al calendario, le persone che a fine anno dicono di voler fare e cambiare nell’anno nuovo sono tali e quali se non peggio dell’anno appena trascorso quindi perchè farli?
Il 2010 è stato un anno pesante sotto tanti punti di vista, finito in modo durissimo dal punto di vista personale, e per una volta ho sentito il bisogno di girare quella pagina del calendario come se fosse una boccata d’ossigeno per chi sta annegando. E anche se certe cose non passano solo al voltar pagina, sento che pian piano le cose stanno migliorando.
E credo che in alcuni scatti si inizi a vedere questo nuovo bisogno di positività: i colori cupi, le ombre dure, i bianchi e neri, stanno pian piano lasciando il posto ad immagini fresche, luminose, con tanto bianco e persino del rosa (che in tutta la scala colori non è mai stato il mio preferito!), immagini candide, positive, mi spingerei quasi a dire romantiche.
Il primo fievole segnale c’era già nel servizio “Morning light” di parecchi mesi fa, poi proseguito con il progetto di autoritratti del “White project” sino a sbocciare completamente nei due nuovi servizi realizzati con la splendida Monica: “Morning beauty” (un sequel del precedente “Morning light”) e “Tracce di te” in cui lo sfocato, la luce, gli effetti velati, il candore del viso della ragazza e l’intensità del suo sguardo mi hanno aperto gli occhi.
Ho bisogno di una rinascita, una sorta di primavera fotografica, lasciando cadere per un po’ il peso delle cose, dando risalto alla leggerezza, alla spensieratezza, alla gioia e ai pensieri positivi.
Guardo fuori dalla finestra e le nuvole grigie non mi incupiscono, riesco ad immaginare il sole dietro di esse, perchè sento che dentro di me qualcosa sta finalmente tornando a splendere e a rischiarare i brutti pensieri.
Intorno c’è troppa gente che si lamenta di tutto, i problemi sono sempre più numerosi delle cose belle, la cattiveria e gli atteggiamenti negativi dilagano sempre più. Inizio la mia piccola rivoluzione contro corrente, voglio pensare positivo, a chi mi tratterà male risponderò con ferma gentilezza, al cliente rognoso sorriderò di più, a chi si lamenterà mostrerò il lato positivo della cosa, porterò più risate che lacrime nei miei lavori.
Partiamo da noi per migliorare la nostra vita e quella degli altri e ricordate: prima di passare la mascherina dell’ossigeno al nostro vicino prima aspiriamo noi una bella boccata, solo così potremo aiutarlo davvero.

Se volete vedere i nuovi scatti di “Morning beauty” e “Tracce di te”, potete visitare la sezione Woman sul mio sito

La luce del mattino…

12 comments

Chi mi conosce, o conosce il mio lavoro, avrà notato quanto io usi (e abusi) del nero nei miei scatti. I toni cupi, drammatici, i forti contrasti hanno caratterizzato i miei scatti sin dall’inizio. Sarà per questo che quando realizzo scatti luminosi sono io la prima a stupirmene. Negli ultimi mesi sfruttando l’uso del flash a slitta e le ombre dure proiettate da esso sul muro alle spalle della modella ho iniziato a migrare un po’ verso questa nuova strada luminosa. Sino a raggiungere l’apice nelle ultime foto scattate con Sarah, biondissima e chiarissima modella francese con cui ho avuto il piacere di scattare un paio di settimane fa.

L’idea nata immediatamente, come un’esigenza fisica, era quella di fare scatti invasi dalla luce, ricreando in studio la luce di una finestra che al mattino pervade la stanza con la sua magica atmosfera. E così ho allestito un set in studio cercando di restare il più fedele possibile alla situazione nella mia testa. Una base di legno, due materassi e un piumino al posto del letto vero e proprio, una tenda semitrasparente appesa al portafondali mobile alle spalle della modella e dietro di essa una lampada flash con il beautydish argentato per ricreare il nostro “sole”. Per schiarire leggermente la parte frontale della modella rivolta verso l’obiettivo, un pannello riflettente argentato.

L’effetto ottenuto è esattamente quello che mi frullava in testa da giorni, la luce così potente alle spalle della modella ha ricreato un’allure romantica, sognante e morbida che solo la luce del mattino sa regalarci.

In questo caso anche la leggera post produzione applicata è servita per accentuare ancora di più la luminosità eterea degli scatti, andando ad illuminare con un effetto high key la scena e donando al tutto una freschezza eccezionale.

morninglight

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: