Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

Archive for the ‘mostre’ tag

Festival della fotografia etica | Lodi, 17/20 ottobre 2013

leave a comment

Il weekend appena trascorso ha visto lo svolgersi del Festival della fotografia etica a Lodi. Nonostante il tempo grigio e un po’ di pioggia, parecchi visitatori hanno riempito la città. Armati di cartina con i luoghi di interesse, gruppi di persone si aggiravano per le viette in cerca delle mostre. Unico tasto dolente, se vogliamo proprio dirla tutta, è stata la carenza di segnali che facilitassero l’individuazione dei luoghi ai non lodigiani. Ammetto che in certi casi non è stato facile trovarli, se non girando più e più volte a vuoto e solo seguendo poi  vari capannelli di persone si riuscivano a scovare le mete. A parte questo, il Festival si conferma come un gran bell’evento di fotografia e riflessione.

La prima mostra che ho visitato si intitola: “Nuestros Pequeños Hermanos” (Fondazione Francesca Rava) della fotografa Albertina D’Urso. Gli scatti, ambientati nella location suggestiva dei Chiostri del Museo Paolo Gorini, rappresentano la mission di Nuestros Pequeños Hermanos, che in inglese significa “I nostri piccoli fratelli e sorelle”, che è quella di fornire una casa e l’affetto di una vera famiglia ai bambini orfani o abbandonati, in seguito alla spirale di violenza e povertà che da anni sta martoriando i paesi del Centroamerica, Nicaragua, Honduras, El Salvador e Guatemala.

La location, con la luce grigia della giornata è resa a tratti inquietante assumendo le sembianze di un vecchio ospedale psichiatrico, soprattutto anche grazie all’eco di alcune voci di cui non è chiara la provenienza. Inquietudini a parte, la mostra è stata allestita in maniera molto minimalista: cavi leggeri reggono i pannelli, dando aria attorno alle immagini e calandole perfettamente nell’ambiente circostante, facendo risaltare – per contrasto – gli splendidi colori e i volti di questi bambini che si spera abbiano trovato la loro serenità grazie a missioni come questa.

01

02

Read the rest of this entry »

Written by Monimix

ottobre 22nd, 2013 at 3:22 pm

Tre mostre fotografiche imperdibili!

2 comments

L’anno nuovo è iniziato denso di nuove interessantissime mostre fotografiche assolutamente imperdibili.

Il 15 dicembre ha inaugurato presso l’Ex Ospedale Sant’Agostino di Modena la mostra “Flags of America”, dove si potranno vedere le opere di ventidue autori che, tra gli anni Quaranta e gli anni Settanta, hanno scritto alcune delle più importanti pagine della fotografia americana.

Alcuni tra gli autori di cui si possono vedere le opere sono: Ansel Adams, Robert Adams, Diane Arbus, Richard Avedon,  Bruce Davidson,  Robert Frank, Lee Friedlander, Irving Penn, Stephen Shore, Edward Weston, Minor White, Garry Winogrand e tanti altri! Direi che vale la pena prendersi una giornata e perdersi tra le opere di questi grandi!

La mostra è visitabile dal 15 dicembre – 7 aprile 2013
Ex Ospedale Sant’Agostino – Largo Porta Sant’Agostino, 228 – 41121 Modena, Italia Read the rest of this entry »

In scena: Phil Stern ed Erwin Olaf

4 comments

Una delle cose migliori che possiamo fare quando abbiamo del tempo libero, è quello di visitare mostre. Proprio nei giorni scorsi sono stata a visitare le mostre di Erwin Olaf e Phil Stern allo Spazio Forma di Milano.
L’occasione è nata per passare una mattinata in compagnia di due carissime amiche, anche loro appassionate di fotografia e devo dire che è stata veramente una gran bella esperienza.
Immaginatevi lo spazio Forma quasi deserto, il silenzio che avvolge le sale per darti la possibilità di calarti un un mondo irreale e fantastico.

Il percorso inizia con gli scatti in bianco e nero di Phil Stern, veri capolavori testimoni di tempi passati in cui l’eleganza delle donne e il fascino degli uomini la fanno da padrone. Scatti di scena affiancati a scatti privati dei divi di Holliwood, talmente belli ed eleganti da sembrare tratti anch’essi da qualche film dell’epoca.
Fa una certa impressione vedere quei “mostri sacri” che solitamente vediamo nei vecchi film in bianco e nero (e nel mondo jazz) come miti irraggiungibili, sorridere tra un ciak e l’altro come persone reali.
E così vediamo ritratti di James Dean, Frank Sinatra, Marilyn Monroe, Audrey Hepburn, JFK, Anita Ekberg, Sofia Loren, Dean Martin, Alfred Hitchcock, John Wayne,Sidney Poitier, Louis Armstrong, Jack Lemmon,  Sammy Davis Jr., Tony Curtis e tanti tanti altri…
Oggi Phil Stern è un signore ultranovantenne che gira con una bombola d’ossigeno ma con una lucidità eccezionale e una gran capacità di catturarti mentre racconta la sua vita spesa per la fotografia.
Qui potete vedere la sua intervista realizzata da e allo Spazio Forma in occasione della mostra.

philstern

Read the rest of this entry »

Sono le azioni che contano!

6 comments

“Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni.
Siate il cambiamento che vorresti vedere nel mondo.”

“Sono le cose semplici che mozzano il fiato.”

[Mahatma Gandhi]

Fa caldo. Si sa.
C’è la crisi. Si sa.
I clienti sono pochi e difficili. Si sa.
Ormai tutti si spacciano per fotografi. Si sa.
Si è depressi. Si sa.
Si è demotivati. Si sa.
Si è incazzati. Si sa.
L’Italia ai mondiali ha fatto schifo. Si sa.

Ok, ora che abbiamo snoccialato alcuni tra i più famosi luoghi comuni degli ultimi tempi, cerchiamo di andare oltre, ok?
Assodato che il periodo è buio, l’afa ci toglie il fiato, la tecnologia corre veloce, e via dicendo, fermiamoci un istante a riflettere: che possiamo fare oltre che lamentarci a ciclo continuo e non fare nulla di produttivo per il lavoro e nemmeno positivo per la nostra vita?
Possiamo cominciare ad osservare la nostra vita da un altro punto di vista. La frase iniziale di Gandhi ci insegna che se vogliamo veramente cambiare le cose dobbiamo iniziare a fare qualcosa e non solo a pensarlo.
Ora, io non sono il Mahatma, ma una cosa è certa, continuare a lamentarci non aiuta.

Anzi, rompe proprio le scatole: a noi stessi e soprattutto a chi ci sta vicino.
Parlo per esperienza: l’ultimo periodo è stato difficile, noioso, umore nero e amarezza a fasi alterne. Ma ora sono stanca di lamentarmi, mi sono auto-stancata quindi devo fare qualcosa.
“E da dove comincio?” sì, perchè continuando a lamentarci si finisce col non riuscire a smettere di farlo e se ne diventa schiavi al punto da non sapere come altro passare il tempo.
Dopo lo smarrimento inziale ecco le prime risposte: potrei leggere i libri che ho accantonato per mancanza di voglia e tempo. Potrei visitare delle mostre visto che non sempre si riesce a farlo quando abbiamo un po’ di impegni. Potrei studiare nuove tecniche di post produzione, o pensare a nuovi schemi luci da sfruttare in un prossimo servizio. Potrei studiare meglio l’inglese per avere dialoghi più interessanti e articolati. Potrei rivedere una cara amica che è tanto che non vedo. Potrei uscire a far una passeggiata rilassante.
Tutte azioni che mi aiutano a crescere e migliorare professionalmente e umanamente e che soprattutto mi fanno sentire viva perchè so che sto impiegando il tempo “morto” con cose utili e non perdendo tempo (lamentandomi) che non potrò più recuperare.
Un’altra cosa che sto cercando di fare è di trasformare tutte le frasi che iniziano o contengono la parola NON con frasi positive. Perchè ribaltanto le frasi negative ed eliminando quella parolina piccola ma significativa si sente già una sensazione più positiva. Provateci!

Read the rest of this entry »

In mostra le fotografie di Stanley Kubrick

2 comments

Dal 16 aprile al 4 luglio 2010, a Palazzo della Ragione di Milano sarà possibile visitare la prima mostra fotografica dedicata al genio di Stanley Kubrick. Saranno esposte oltre 200 fotografie realizzate a soli 17 anni dal regista, tra il 1945 e il 1950 anni in cui lavorava per la rivista americana Look.

Per info: www.mostrakubrick.it

locandina_kubrick untitled_kubrick

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: