Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

Archive for the ‘idea’ tag

DassùYAmoroso: il racconto della nascita di un brand, un’idea e un catalogo

leave a comment

01

Alcuni mesi fa, ricevo un’email su facebook da un ragazzo, Stefano, non lo conosco, ma il suo messaggio mi incuriosisce perchè mi dice di essere un giovane stilista ed è in cerca di nuove collaborazioni creative. Questa è una delle cose che destano immediatamente la mia attenzione, gli rispondo subito e iniziamo a scambiarci alcuni messaggi da cui vengo a conoscenza del fatto che sta finendo l’ultimo anno di Naba (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano) e sta lavorando ad una linea di abiti insieme ad un suo amico e compagno: Pasquale. Decidiamo di incontrarci una mattina a Milano e davanti ad un caffè mi raccontano un po’ della loro vita e dei loro sogni. Sono giovanissimi, umili (dote sempre più rara nell’ambiente moda, e in generale nel mondo!), creativi, hanno grandi sogni e grandi speranze anche se la vita sta facendo capire loro che non è così facile riuscire a realizzare le proprie aspettative. Ma sono in due, il sostegno è reciproco nei momenti di difficoltà, e le gioie si condividono.

Mi mostrano i bozzetti della loro prima linea, mi conquistano subito. Non c’è bisogno di andare oltre, sono già partita a fantasticare sugli scatti. La cosa curiosa è che mi hanno trovata grazie ad un vecchio post pubblicato sul mio blog, molto tempo fa, in cui raccontavo come si pianifica un servizio fotografico, ben felici di trovare finalmente qualche notizia relativa all’argomento, non così facili da trovare in rete.

Hanno già ben chiaro in mente cosa vogliono raccontare, una storia ispirata al genere fantasy, con forti richiami alla Scozia e alla natura. In questo caso, essendoci già una bozza di storia di base, il mio compito è quello di creare il team, ideare gli scatti, scegliere la location e produrre scatti che possano rappresentare al meglio la loro prima linea. Primo passo: ne parlo subito a Luca (citato spessissimo, l’art director con cui collaboro sempre più spesso grazie alla sintonia nelle idee che abbiamo), il progetto lo incuriosisce ed è dei nostri. La modella è molto importante, mentre i ragazzi mi parlano della loro idea a me si focalizza in mente subito l’immagine di Deborah con cui ho scattato poco tempo prima il progetto Jeanne. La mostro loro e subito la scelgono. Il team pian piano si sta formando. Per il trucco chiamo Federica, persona che adoro umanamente parlando e professionalmente è sempre precisa, puntuale, e anche in questo caso fa subito suo il progetto con grande entusiasmo.

Read the rest of this entry »

Written by Monimix

ottobre 14th, 2013 at 5:51 pm

Magpies: A great project by Sara Lando

leave a comment

Negli ultimi tempi ho seguito con grande curiosità ed interesse il progetto realizzato da Sara Lando, intitolato Magpies. Sara è una persona estremamente vulcanica, mille idee per la testa, mischiate ad una buona dose di ironia e ad una ferrea dedizione a ciò che fa, che sia lavoro o un progetto di ricerca come questo. Perchè ve ne parlo, perchè oltre ad ammirare il lavoro di Sara, questo progetto è la dimostrazione lampante dell’essenza del nostro lavoro e di qualunque lavoro in ambito creativo. La cosa più importante è che dietro alle nostre fotografie (sia che vengano fatte per un cliente, sia che vengano fatte per noi stessi) ci deve essere un’idea. Per dare un senso a ciò che facciamo dobbiamo partire da un concetto e via via lo dobbiamo indagare, sviscerare, strapazzare per arrivare a rappresentarlo al meglio in modo che possa arrivare all’osservatore. Il progetto di Sara è tutto questo e anche di più. E’ partita da un’idea, ci avrà rimuginato su per chissà quanto tempo, avrà rubato ore di sonno, avrà lavorato nei ritagli di tempo tra un cliente e l’altro, ma alla fine ecco che l’idea ha preso corpo e ora è qui davanti ai nostri occhi. Questo è sicuramente un progetto molto lungo e complesso, non è che per forza tutti debbano cimentarsi in imprese così titaniche, ma ciò che vorrei che arrivasse è il concetto di base e la dedizione che Sara ci ha messo per farlo. Le idee non piovono dal cielo, e per evitare di violentare ancora di più il settore con immagini della tizia in autoreggenti che ammicca oscenamente, o tristi immagini senza idee, studio delle luci e visione d’insieme, per favore, andate oltre l’autoreggente e iniziate a sforzarvi a buttar giù un’idea un po’ più sensata. Fatelo per i nostri occhi, please!

Read the rest of this entry »

Antithesis | with Nathalie Hers

leave a comment

Un paio di mesi fa ho avuto nuovamente il piacere di avere Nathalie sul set con me, dopo la prima esperienza dell’anno scorso in cui avevamo realizzato gli scatti di Morning Light e Natural Beauty. Per quest’occasione avevamo a disposizione dei capi in pelle realizzati da un suo amico designer: Giorgio Branduardi

Nascono così questi ritratti contrapposti in una doppia lettura che corre su due binari esattamente opposti, da un lato la modella ripresa sul set a fare il suo lavoro che via via tende a scoprirsi e dall’altro la donna che vive, respira in lei che al contrario tende a coprirsi e a nascondere ciò che l’altra cerca di mostrare al mondo.

[Potete vedere la serie completa QUI]

Read the rest of this entry »

Written by Monimix

maggio 14th, 2012 at 1:22 pm

News dal workshop!

2 comments

A distanza di un mese mi prendo finalmente del tempo per scrivere questo post dedicato al workshop che ho tenuto il 23 maggio scorso. E’ stata una gran bella giornata, ricca di scambi di idee, di crescita personale e diversi punti di vista. Come già scritto nei post precedenti a riguardo, il tema della giornata è stato il dedicarsi all’organizzazione di un vero e proprio servizio fotografico, partendo dalla ricerca di un’idea da realizzare, passando per il confronto con i componenti del gruppo e dei collaboratori (truccatrici, stylist e modelle) al fine di individuare una storia da raccontare attraverso gli scatti, in modo da rendere il partecipante al workshop parte attiva nella pianificazione degli scatti.
Unici elementi dati: la modella, gli abiti e la location (parco Sempione a Milano, ricco di diversissimi angoli di ripresa).

Dopo aver rotto il ghiaccio con le prime informazioni riguardanti la giornata e le “regole” di base da seguire ecco i nostri eroi iniziare il brainstorming per determinare la propria idea da sviluppare. Fase importantissima e delicatissima, perchè da qui si determinerà tutto il corso della giornata.
E’ stato molto utile il confronto diretto e partecipe con i collaboratori perchè la stylist ha potuto illustrare lo styling degli abiti scelto, la truccatrice ha dato il suo contributo indicando quali fossero il trucco e l’acconciatura che meglio avrebbero reso l’idea e la modella ha potuto interagire attivamente con i fotografi illustrando loro il suo personale punto di vista per l’interpretazione del tema.

brainstorming brainstorming
(Notare come nelle foto qui sopra, sembriano l’allegra brigata del famosissimo spot di un gazzillione di anni fa della coca cola che cantava: “vorrei cantare insieme a voi… in magica armonia…”). Ok, torniamo seri!

Read the rest of this entry »

La luce del mattino…

12 comments

Chi mi conosce, o conosce il mio lavoro, avrà notato quanto io usi (e abusi) del nero nei miei scatti. I toni cupi, drammatici, i forti contrasti hanno caratterizzato i miei scatti sin dall’inizio. Sarà per questo che quando realizzo scatti luminosi sono io la prima a stupirmene. Negli ultimi mesi sfruttando l’uso del flash a slitta e le ombre dure proiettate da esso sul muro alle spalle della modella ho iniziato a migrare un po’ verso questa nuova strada luminosa. Sino a raggiungere l’apice nelle ultime foto scattate con Sarah, biondissima e chiarissima modella francese con cui ho avuto il piacere di scattare un paio di settimane fa.

L’idea nata immediatamente, come un’esigenza fisica, era quella di fare scatti invasi dalla luce, ricreando in studio la luce di una finestra che al mattino pervade la stanza con la sua magica atmosfera. E così ho allestito un set in studio cercando di restare il più fedele possibile alla situazione nella mia testa. Una base di legno, due materassi e un piumino al posto del letto vero e proprio, una tenda semitrasparente appesa al portafondali mobile alle spalle della modella e dietro di essa una lampada flash con il beautydish argentato per ricreare il nostro “sole”. Per schiarire leggermente la parte frontale della modella rivolta verso l’obiettivo, un pannello riflettente argentato.

L’effetto ottenuto è esattamente quello che mi frullava in testa da giorni, la luce così potente alle spalle della modella ha ricreato un’allure romantica, sognante e morbida che solo la luce del mattino sa regalarci.

In questo caso anche la leggera post produzione applicata è servita per accentuare ancora di più la luminosità eterea degli scatti, andando ad illuminare con un effetto high key la scena e donando al tutto una freschezza eccezionale.

morninglight

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: