Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

Archive for the ‘entusiasmo’ tag

Entusiasmo, grinta e umiltà: le tre regole

5 comments

Ieri sera, in una piazza a Crema, (dove vivo) c’è stato il concerto dei Pooh. Essendo proprio di fronte alle finestre del mio studio i miei e mia zia mi hanno casualmente fatto capire che non gli sarebbe dispiaciuto assistere all’evento.
Dovete capire che vivendo in provincia, gruppi di questo livello non è che li vedi tutti i giorni, e anche se non sono i Metallica, un salto a sentirli e a vedere come hanno organizzato il tutto lo si fa volentieri.
E devo dire che è stata una bella serata, e anche in questo caso c’è stato da imparare. Aldilà della comodità di starsene tranquillamente seduti e affacciati alle finestre dello studio, con tanto di ventilatore a due passi, la visuale era ottima perchè essendo al primo piano il palco era perfettamente visibile e ne ho approfittato per fare delle foto. Effetti luce spettacolare, molta grinta da questi tre sessantenni (io sarei svenuta dalla stanchezza dopo mezz’ora!) e loro lì a cantare, suonare, parlare col pubblico e ad incitarlo…
Nel bel mezzo del concerto, l’imprevisto: il gruppo elettogeno ha ceduto e il palco e la piazza son rimasti al buio. Mormorio generale, i Pooh scompaiono dietro le quinte. Passano i minuti e nulla accade. Dopo altri minuti la voce di Battaglia spiega l’accaduto scusandosi dell’inconveniente. Dopo mezz’ora ecco tornare ad accendersi le prime luci e i tre musicisti tornare sul palco tra gli applausi del pubblico in attesa (che già temeva di doversene tornare a casa).
Prende la parola Red Canzian e scusandosi per l’attesa ringrazia tutti per la pazienza e,dando prova di grande umiltà, ammette che il guasto è loro, ma che sono pronti a riprendere anche nella penombra perchè, come si dice: “The show must go on” e il loro entusiasmo viene premiato, ecco tornare tutte le luci al loro posto. Possono riprendere a suonare e a fare ciò per cui sono lì.

Read the rest of this entry »

Written by Monimix

luglio 4th, 2011 at 7:41 pm

Un passo alla volta…

21 comments

Ci sono giorni in cui ti chiedi cosa stai facendo, ti guardi allo specchio e l’immagine riflessa ti urla contro: “What the hell is wrong with you??!”

Sì perché ti senti svuotata, non sai cosa stai facendo, non sai più nemmeno cosa vuoi e quindi ti torturi pensando e ripensando alle stesse cose finché non ti rendi conto che i giorni passano e non stai concludendo nulla di buono.

Ti rimetti in discussione continuamente perché se ciò che hai fatto sino ad ora non ha portato a granché in termini di sopravvivenza (sì perché non si parla di soldoni, ma di spiccioli per non andar sotto ad un ponte!), evidentemente hai sbagliato qualcosa, quindi il primo passo è capire cosa e cercar di ricalibrare il tiro.

E’ un periodo difficile, lo sappiamo, dura da parecchio. In tanti stiamo affrontando difficoltà nel lavoro. L’umore ne risente e quindi anche la creatività. Non sai più dove sbattere la testa perché tutte le pallottole che avevi le hai sparate e il bersaglio che ti è tornato indietro non è stato colpito al centro, ma è solo pieno di buchi inutili che non hanno portato a nulla di fatto.

Non credo al detto “Mal comune mezzo gaudio”, nel senso che, passati i primi trenta secondi in cui realizzo di non esser da sola, mi rendo subito conto che non è che se uno sta annegando con me, allora io mi salvo! Mi salvo solo se so nuotare o se qualcuno mi tira un salvagente. E partendo dal presupposto che di Mitch Buchannon (come chi? Ah, uomini senza Dio, fate copia e incolla in google e scoprirete che oltre alle tettone della Anderson, in Baywatch c’era pure qualcun altro!) ce ne sono pochi e quelli che ci sono stanno già correndo in direzione di qualcun altro, noi poveri sfigati abbiamo due alternative: o anneghiamo e diventiamo cibo per squali o impariamo a nuotare abbozzando qualche mossa stile chihuaua, giusto per arrivare a riva.

E quindi che si fa? Dobbiamo ingegnarci per trovare altre strade e si ricomincia il gioco, con un’idea chiara in mente però: tutto dipende da noi. Read the rest of this entry »

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: