Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

Archive for the ‘domande e risposte’ tag

Conosciamo Barbara Zonzin

6 comments

Autrice della mia intervista e di quella di Sara, oggi tocca a lei rispondere al fuoco incrociato delle nostre domande: lei è Barbara Zonzin, fotografa professionista, membro del direttivo Tau Visual, amica, punto di riferimento per molti appassionati di fotografia e non solo. Alla prima domanda preferisce non rispondere, lasciando nel mistero chi non la conosce ancora, lasciando libero spazio alla vostra personale sensibilità di cogliere più aspetti possibili del suo carattere e della sua personalità, dalle sue parole.
Per alcuni è un generale inflessibile, lei stessa si definisce puntigliosa, precisa ed organizzata, ma se saprete andare oltre riuscirete a cogliere moltissime sfumature del suo carattere, avrete l’occasione di attingere dal suo bagaglio di esperienza mille e più consigli. Come tanti, anche lei ha i suoi momenti di crisi esistenziale e ciò la rende ancora più vera e simpatica mostrando che oltre la corazza c’è una grande passione e un forte credo in ciò che fa.

Grazie Barbara per aver avuto la pazienza di arrivare sino in fondo all’interrogatorio!

1. La prima domanda, se vogliamo all’apparenza la più banale, ma se letta nel suo senso più profondo, la più complicata: chi è Barbara?
Ok, passiamo alla prossima (no davvero… ci ho pensato su ma non mi viene di rispondere..)

2. Da dove è nata la passione per la fotografia? Chi sono stati i tuoi primi punti di riferimento?
Quando ero ancora pischella mio zio mi mise una macchina fotografica in mano e non me ne sono più liberata. Tutta colpa sua! Poi la strada è stata lunga, interi pomeriggi a leggere riviste di fotografia invece che studiare… ho fatto dannare mia madre come nessuno mai credo. In quel periodo non avevo punti di riferimento precisi, nel mio paesello parlare di fotografia voleva dire “foto di vacanza”. Ma un giorno ho visto una foto su una rivista, una immagine in bianco e nero di una bella ragazza che sembrava meridionale ambientata in un luogo chiaramente del sud, una foto di moda ambientata in location. E mi dissi: “ecco, io voglio fare questo!”. Scoprii solo più tardi che quella era una foto di Ferdinando Scianna. Aver avuto modo di lavorare con lui è stato coronare il primo dei miei più grandi sogni. Read the rest of this entry »

Qualcosa su di me…

10 comments

Un’altra news: oggi Barbara ha pubblicato sul suo blog l’intervista che mi ha fatto nei giorni scorsi. E’ stata una vera e proprio seduta di psicanalisi, mi ha aiutata a fermarmi a riflettere su alcuni punti dentro di me e a darmi una sferzata positiva ed energica per uscire da un leggero torpore che l’afa estiva e il periodo non idilliaco mi aveva colpita.
Se avete voglia (e tempo!) di darci un’occhiata, la trovate qui!

07

Written by Monimix

settembre 7th, 2010 at 5:24 pm

Le perle di Monimix 6

2 comments

Colloquio con una possibile nuova collaboratrice mi sento chiedere: “Ma tu, che lavoro fai?” ….. la fruttivendola!

Vale l’insegnamento della prima perla: se vuoi lavorare con qualcuno documentati bene su di lui per evitare domande/figure simili.

Written by Monimix

giugno 1st, 2010 at 4:30 pm

Le perle di Monimix 4

5 comments

Altra email da un’aspirante modella: “Voglio fare la modella, cosa devo fare?” l’ufficio informazioni Monimix risponde spiegando brevemente che fare la modella è un lavoro a tutti gli effetti, e bla bla bla…
Le consiglio di provare ad inviare un paio di foto a qualche agenzia di moda. Lei mi risponde, (senza allegarmi foto), che è alta tot  e ha gli occhi verdi. Ora mi chiedo e mi domando: “Ma secondo te, queste informazioni mi possono bastare per dirti se puoi fare la modella??” Mah… forse pensa che io sia il Divino Otelma!

Insegnamento:
se vuoi fare la modella devi mostrarmi le tue foto, non basta descriversi a parole.

Written by Monimix

marzo 12th, 2010 at 9:38 am

Le perle di Monimix 3

8 comments

Altro aspirante assistente, guardando una mia fotografia scattata su un fondale nero: “Ma come hai fatto a fare il fondo nero?” Ohibò, un’altra domanda a trabocchetto! “Ehm… usando un fondale nero??”
A volte ti fanno domande talmente assurde da farti venire il dubbio che siano troppo avanti e che tu non riesca a vedere la genialità nascosta!

Insegnamento:
quando volete fare una domanda tecnica cercate di non dir la prima cosa che vi viene in mente, ma argomentatela. Io non sono il vostro “omino del cervello”, non so cosa state pensando, quindi se mi fate una domanda simile penso ad uno scherzo.

Written by Monimix

marzo 5th, 2010 at 2:48 pm

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: