Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

Archive for the ‘attività’ Category

E tu a che livello sei?

8 comments

Oggi ho ricevuto l’esito dell’esame screening del mio lavoro da parte dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti. Sono molto soddisfatta e felice del risultato! Sono nel livello 6 (su 7) e la descrizione di tale livello dice:

“LIVELLO 6 — Professionista di preparazione superiore, con capacità tecnica e creativa di alto livello, emergente nella zona e significativo in assoluto; attivo a livello nazionale ed internazionale, operante in centri metropolitani ai maggiori livelli professionali.
Orientato ad una severa selezione dei lavori offerti, ed alla costruzione di una buona immagine professionale.
Significativo portfolio di clienti acquisiti; il fatturato medio annuo dello studio fotografico deriva nella quasi totalita’ da clientela di respiro nazionale od internazionale. Autore che gode di verificabile buona notorietà almeno nazionale nel mondo fotografico, editoriale o pubblicitario.”

WOW!

Written by Monimix

gennaio 14th, 2009 at 5:04 pm

Come si organizza un lavoro senza budget?

one comment

Vi è mai capitato di dover realizzare servizi, magari per una rivista, senza avere a disposizione alcun budget? Alzi la mano a chi non è mai capitato!

Può capitare di scegliere di fare un lavoro gratis, ma in questi casi è importante selezionare con attenzione le richieste; conviene accettare solo i lavori che possono essere utili alla nostra crescita professionale e ci possono dare visibilità e un ritorno positivo in termini di immagine.
Altro aspetto di non secondaria importanza è operare la scelta sulla base di lavori che ci diano realmente la possibilità di fare qualcosa di creativo, lasciandoci liberi di far fluire le idee e quindi sperimentare ciò che magari non potremmo fare in un lavoro retribuito.

L’altro lato della medaglia è che quando si lasciano scorrere troppo liberamente le idee chissà perché ci si ritrova spesso a impallidire pensando “e ora come la realizzo?” perché purtroppo molte delle cose che si vorrebbero fare richiedono degli investimenti notevoli, come per esempio andare a scattare tra le dune del deserto o i ghiacci della Lapponia, scenari bellissimi ma un po’ carucci dal punto di vista del viaggio se non siamo almeno rimborsati!

Una volta deciso di affrontare tale sfida caosa dobbiamo fare?
La prima cosa è: accertarsi di avere il sostegno dei collaboratori necessari, tra cui stylist, makeup-artist ed hair-stylist. Anche loro devono approvare il fatto che questo progetto avrà un tornaconto in termini di pubblicità e non di soldi; si deve quindi vedere come investimento per il futuro.
Nel caso non diano la loro disponibilità, è meglio rinunciare al servizio piuttosto che tentare di “fare da sé” producendo poi un risultato in cui la modella avrà un solo vestito o la riga dell’eyeliner sul sopracciglio 😉 Se viene a mancare l’apporto del team, per quanto le foto possano essere belle, si noterà che mancava la mano del truccatore o l’attenzione ai dettagli della stylist.

Read the rest of this entry »

Written by Monimix

novembre 5th, 2008 at 11:01 am

Il talento

one comment

Oggi parliamo di Talento. Lo sapevate che nell’antichità il talento era un’antica unità di misura? I Babilonesi ed i Sumeri avevano un sistema in cui 60 shekel formavano una mina e 60 mine formavano un talento.
Per i romani il talento era formato da 100 libbre che avevano una massa inferiore alla mina.
Quando era usato come misura monetaria, si intendeva un talento di oro, e quindi il peso di una persona in oro.
C’è persino una parabola che parla di talenti: è una Parabola di Gesù raccontata nel Vangelo secondo Matteo 25,14-30
La parabola parla di un uomo che parte per un viaggio ed affida i suoi beni ai suoi servi. Ad un servo affida cinque talenti, ad un secondo due talenti e ad un terzo un talento. I primi due, sfruttando la somma ricevuta, riescono a raddoppiarne l’importo; il terzo invece va a nascondere il talento ricevuto.
Quando il padrone ritorna apprezza l’operato dei primi due servi; invece condanna il comportamento dell’ultimo.
Ciò che significa che per entrare nel regno dei cieli occorre far fruttare i propri talenti (cioè le proprie capacità).
Religione a parte, il messaggio è chiaro: se hai un talento devi sfruttarlo.

Mi è capitato di ricevere complimenti da persone che mi dicevano: “Tu hai talento!”, e molte volte mi sono chiesta cosa volesse dire questa frase: “Avere talento”.

Non sta a me dire se ho talento e se sono una brava fotografa, anche perché preferisco far parlare le mie foto, se avessi preferito le parole alle immagini, ora sarei una scrittrice.

Credo che la parabola centri appieno il punto, per riuscire nella vita bisogna far fruttare le proprie capacità.
Come molti anch’io cerco di dare sempre il massimo, impegnandomi, studiando e cercando sempre nuovi stimoli, ma questo purtroppo mi sono resa conto che non sempre basta. Nel mondo del lavoro non basta impegnarsi per ottenere risultati, serve di più. Questo “di più” è chiamato in molti modi, c’è chi lo chiama “marketing”, chi “spintarella”, chi “raccomandazione”, chi “favore” e via dicendo…

Io credo che il sapersi vendere bene sia diventata l’unica cosa che ormai conti. Ho visto persone che qualitativamente non erano granché passare davanti ad altri molto più qualificati solo perché sapevano parlare di loro e dei loro lavori in modo aulico, fa niente se poi era tutta aria fritta.
A chi ti deve dar lavoro piace sentir parlare, e questo lo dico col rammarico di una timida troppo sincera che non sa raccontar panzane…

Written by Monimix

ottobre 24th, 2008 at 11:05 am

News

one comment

Ed eccoci a settembre; dopo gli ultimi mesi intensi eccomi tornata ad aggiornare il blog e il sito con i risultati di alcuni dei lavori realizzati.

Se volete dare un’occhiata, ci sono nuove foto nelle gallery Glamour e Advertising.

Finalmente online gli scatti fatti insieme alla modella Kyra, immersa nella natura (e alle zanzare!) e i ritratti molto forti ed emotivi realizzati con Marianna De Rossi (li ho volutamente inseriti nella sezione Glamour perchè trovo che a volte basta solo uno sguardo per esprimere forza e sensualità, senza mostrare null’altro).

Nella sezione dei lavori commerciali ho inserito le copertine realizzate per la Mondadori (WoW), per il libro “Di nuovo viva” della scrittrice Cloe Janvier e la cover del libro “Dio di tutti” dello scrittore Drake D. Taylor che ha scelto il mio scatto fine art: “Chains of misery”.

Presto spero di poter pubblicare anche gli ultimi servizi realizzati per l’agenzia di comunicazione Echodesign, per l’azienda DoubleCrazye e il servizio redazionale per la rivista Made05.

Ci sono novità anche nella pagina “Mi scrivono…” con le bellissime parole di stima che mi scrivete sempre; nella pagina “About Monimix” ho aggiunto anche la valutazione critica scritta da Roberto Tomesani (coordinatore di Tau Visual) in occasione della partecipazione al Premio Fotografico 2008. Lasciatemi gongolare un po’!

Beh, di novità ce ne sono, no? e altre ne arriveranno presto!

Written by Monimix

settembre 11th, 2008 at 10:21 am

HP ha scelto…

2 comments

Tempo fa ho partecipato ad una master class organizzata da HP e c’era la possibilità di inviare una propria fotografia in modo che venisse stampata con i modelli più recenti di stampanti fotografiche della famosa azienda informatica. Io ho inviato “The Queen of Light” e HP l’ha stampata con una stampante da sogno, un DesignJet Z3100 Photo.

Tra tutte le foto di tutte le master class che hanno organizzato in tutto il mondo ne hanno poi selezionato un ridottissimo numero che, a loro avviso, meglio rappresentano le qualità di stampa delle loro stampanti high-end. E la mia foto è stata scelta!

E’ un riconoscimento che mi riempie di orgoglio e mi dà fiducia per il futuro, nonostante il momento di crisi che tutto il settore della fotografia sta attraversando in questo periodo storico. Ringrazio quindi HP e tutti coloro che hanno creduto e credono in me! Andiamo avanti…

Written by Monimix

maggio 21st, 2008 at 2:05 pm

Posted in attività,fotografia

Tagged with , , , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: