Monimix Photography Blog

Everything (and more) about photography…

La fortuna aiuta gli audaci

one comment

Nei giorni scorsi ho inaugurato una nuova sezione sul mio sito, la sezione dedicata all’uomo, in cui ho pubblicato gli scatti del servizio fotografico “Edge of the Abyss” con Sasha Marini (modello) e Rosa Palavera (stylist), di cui vi avevo anticipato il video recentemente.

Dopo molte immagini luminose, fresche, pulite, primaverili, ho riaperto una parentesi cupa, forte, drammatica come era mio solito scattare sino a qualche tempo fa. E’ stato emozionante tornare a quelle atmosfere così familiari, per esprimere un concetto più profondo, un disagio sentito e vissuto, e solo un mood come questo poteva farmi esprimere ciò che volevo trasmettere. E quale ambientazione migliore di una Milano notturna, con quei muri scrostati e sporchi, quei cancelli freddi e angoscianti a far da sfondo.

Un po’ di fortuna non guasta mai.

Siamo stati fortunati, perchè in mezzo a tanti giorni freddissimi e piovosi, siamo stati graziati dal tempo e quel giorno un bel sole aveva riscaldato un po’ la giornata. Ma scattare in maglietta all’aperto in febbraio, per quanto possa esser una serata fresca non è certo un piacere. Ma Sasha è un gran professionista e nonostante il freddo subito non si è mai lamentato. Questa è la differenza tra chi questo lavoro lo fa perchè ci crede e lo sente e chi lo fa tanto per fare.

L’importanza di avere un piano B.

Chi fa questo mestiere deve sempre  avere un piano B e a volte anche un C, un D, un E… Perchè a volte ti ritrovi in una condizione in cui quello che avevi pianificato non può essere attuato per i motivi più svariati. Per questo servizio, per esempio, avevamo già deciso tutto per tempo, ambientazioni comprese. Peccato che il giorno del servizio, in una delle zone in cui avremmo dovuto scattare, il comune di Milano avesse ben pensato di allestire un cantiere con tanto di operai al lavoro in notturna. E quindi che si fa? Si trova un’alternativa. E devo dire che la seconda scelta a volte è quasi meglio della prima, sarà che la fortuna aiuta gli audaci, ma non è la prima volta, che nel cambiare programma alla fine ci guadagno! :)

Il dialogo continuo.

In un progetto come questo la parte interpretativa è tutto, quindi è fondamentale avere un modello che sappia entrare in sintonia con noi e con la storia, che la faccia sua sin nelle sfumature più lievi. Solo così potrete ottenere l’effetto sperato. E per ottenere il massimo non deve mai mancare il dialogo con il modello, dovete spingerlo oltre il limite, chiedere sempre di più ciò che volete, e in questo modo vedrete uscire pian piano quella forza e quel mood tanto cercato. Devo dire che a volte quando scatto tendo un po’ ad isolarmi dal resto del mondo cercando l’espressione migliore, ma in questo caso mi son resa conto di aver spinto anche me stessa oltre ciò che solitamente faccio e forse è stato proprio questo a permetterci di dare il massimo.

Written by Monimix

marzo 18th, 2011 at 9:40 am

Posted in fotografia,progetti

One Response to 'La fortuna aiuta gli audaci'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'La fortuna aiuta gli audaci'.

  1. Mi piace leggere questo blog perchè trovo molti spunti, ma sopratutto perchè rivivo ( nel mio piccolo) situazioni simili ai tuoi racconti….

Leave a Reply

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: